Ambiente, poco festeggiato e poco difeso

Il 5 giugno torna la Giornata mondiale dell’ambiente, tra slogan e poca consapevolezza

Anche quest’anno, 5 giugno, torna la Giornata mondiale dell’ambiente. L’Onu, nella persona di Erik Solheim, direttore del Programma ambientale delle Nazioni Unite (Unep), fa proprio lo slogan di Macron, “Let’s make this planet great again”, ossia “rendiamo il pianeta grande di nuovo”. La frase è stata pronunciata dal Presidente francese dopo l’annuncio del presidente americano del ritiro degli Usa dall’accordo sul clima di Parigi, rielaborando in chiave ambientalista lo slogan di Trump “Make America great again”.

Tantissime le voci istituzionali, anche in Italia, che si sono pronunciate riguardo alla Giornata dell’ambiente, da Mattarella al Papa, con inviti a ridurre i gas serra e a fare di più. Colpisce in particolare quanto dichiarato dal WWF, che ha sottolineato come siamo di fronte alla sesta estinzione di massa e peraltro la prima nella storia della Terra causata da una singola specie, l’uomo. Ciò a causa delle grandi modificazioni globali causate al pianeta, come pure dell’aumento del bracconaggio (e non solo). Secondo il WWF dal 1970 al 2012 abbiamo perso il 58% dei vertebrati terrestri.

Purtroppo si parla ancora poco o niente della necessità di ridurre o eliminare i consumi animali, nonostante proprio questi siano tra i principali colpevoli delle problematiche di inquinamento e surriscaldamento del nostro pianeta. L’invito che facciamo dalle righe di questo sito, dunque, è proprio questo. Gli allevamenti intensivi sono un tassello importantissimo e imprescindibile se vogliamo salvaguardare la natura. Non dobbiamo dimenticarlo e non dobbiamo far passare questo messaggio sotto silenzio. Come non dovrebbe passare in sordina la Giornata dell’ambiente, festività istituita nel 1972 ma ancora poco conosciuta dai più: sarebbe opportuno diventasse un momento di reali festeggiamenti, perché l’ambiente in cui viviamo merita di essere festeggiato e tenuto a cuore. E’ il nostro unico, vero, immenso tesoro.

Please follow and like us:

Post Author: crueltyfree

21 thoughts on “Ambiente, poco festeggiato e poco difeso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *