Militari alla conquista dello spazio

Sembra che entro il 2020 gli Stati Uniti avranno la Space Force, l’esercito spaziale che difenderà l’America da minacce provenienti dalla galassia.

Sarebbe auspicabile far andare il mondo in una nuova direzione, una direzione in cui la violenza sia sempre meno, in cui la necessità di difendersi sia ridotta dal diminuire dell’aggressività fra Stati. Sì, sembra un’utopia e forse lo è, perché purtroppo l’aggressività fra Stati esiste fin da quando esistono forme di aggregazione umana basate su un “noi” e un “loro”. Il che è un peccato, perché il noi e il loro non dovrebbe precludere la collaborazione e il mutuo sostegno piuttosto che alimentare diffidenze e accaparramenti di sorta.

Chi sperava in un mondo con meno eserciti non è certo il governo statunitense. Il vicepresidente USA Mike Pence ha annunciato che entro il 2020 gli Stati Uniti avranno anche la Space Force, l’esercito spaziale che difenderà l’America da minacce provenienti dallo spazio.

Chiaramente più che gli alieni, gli americani hanno in mente nemici più “terra terra”, come Cina e Russia; o forse sarebbe più corretto dire “terra-aria”. In questo modo gli USA si sentiranno più protetti da eventuali attacchi provenienti dai due grandi nemici dell’Est. La guerra si fa sempre più sofisticata e oggi si gioca in modo non secondario sulle comunicazioni (così nacque Internet, d’altra parte), quindi occorre difendere anche i satelliti che orbitano intorno al nostro pianeta e ci consentono di telecomunicare. Questo significherà fra l’altro creare nuove strategie militari e di difesa con un grande spiegamento di forze da qui alla messa in campo concreta del progetto.

D’altra parte Russia e Cina non se ne stanno con le mani in mano: pare che in un paio d’anni, secondo l’intelligence americana, potrebbero essere in grado di colpire i satelliti statunitensi.

Ora toccherà al Congresso esprimersi, mentre già ai supporter di Trump è stato chiesto di scegliere il nuovo logo dell’esercito della galassia. Tra le immagini da scegliere, anche una con la dicitura “Mars Awaits”, Marte attende, ora che non è più una priorità.

Noi, comuni mortali, non possiamo che guardare sgomenti le folli mosse dei grandi capi dell’umanità.

Please follow and like us:

Post Author: crueltyfree

21 thoughts on “Militari alla conquista dello spazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *