Tatuarsi sì, ma senza crudeltà

E’ necessario tatuarsi se questo può entrare in contraddizione con la scelta di un vivere etico? Non sempre inchiostri e prodotti per la cura del tattoo sono privi di ingredienti non crudeli. La soluzione? Informarsi prima di arrivare alla scelta definitiva.

La moda del tatuaggio è sempre più diffusa e da elemento distintivo di alcune sottoculture l’abitudine di disegnarsi indelebilmente la pelle è stata sdoganata tra persone di ogni ceto, ideologia, appartenenza. Moltissimi sostengono l’orgoglio di essere vegani proprio mediante un tatuaggio riportante la scritta “vegan” o, anche se non così esplicitamente, i vegani che si fanno tatuare sono tantissimi. Eppure quello di tatuarsi non è un gesto così innocente come si possa pensare, anzi, i tatuaggi senza crudeltà sono ancora rari. In primo luogo perché molti tatuatori fanno esercizio, nei primi tempi, sulla cotenna di maiale o su maiali vivi. A parte questa abitudine, a cui si può ovviare con materiali sintetici o “cavie” volontarie, resta la questione degli ingredienti degli inchiostri. I neri, ad esempio, possono contenere sostanze animali, in particolare ossa carbonizzate, e in generale gli inchiostri potrebbero contenere glicerine animali. In questo caso si potrebbe obiettare che simili coloranti non si usano più, sostituiti ormai quasi completamente da prodotti di origine vegetale peraltro di qualità. A questo però ci sono da aggiungere i prodotti utilizzati per trasferire il disegno sulla pelle, o per la guarigione della pelle stessa; anche sotto tale punto di vista vanno scelte le soluzioni adeguate.

Indubbiamente oggi il problema è più facilmente risolvibile che in passato, in quanto esistono diverse marche di inchiostri 100% veganì che rispondono fedelmente agli standard di qualità europei (molti di essi, infatti, sono utilizzabili solo sul mercato USA). Insomma: tatuaggio vegano e realmente cruelty free? E’ possibile, ma con tante accortezze e tanta informazione prima di farlo. Rivolgetevi ad artisti sensibili alla questione: sicuramente sarà una garanzia per ottenere un disegno coerentemente senza crudeltà. In caso contrario, accontentarsi della pelle che Madre Natura ci ha dato non sarà una grossissima rinuncia.

Please follow and like us:

Post Author: crueltyfree

1 thought on “Tatuarsi sì, ma senza crudeltà

    fundfeect

    (luglio 7, 2020 - 11:00 pm)

    Cephalexin Expiration evepsymnDymn [url=https://bbuycialisss.com/#]Cialis[/url] TilitE Commander Viagra Quebec experietrirm Cialis bawbeemief Tadalafil In Canada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *